VOLONTARI

Cosa facciamo ?

Il volontariato è la chiave per costruire la cittadinanza del futuro perché una volontaria o un volontario possono rappresentare un ponte tra la marginalità di chi arriva e la restante società civile. In loro, più che nel migliore degli operatori, c'è il potenziale frutto dell'integrazione che rompe il muro dell'indifferenza e crea una rete valorizzando le persone accolte. In queste figure, si incarnano infatti la solidarietà e la relazione, le quali attraverso le diverse forme di volontariato si possono trasformare da concetto astratto della democrazia a visibile volto della collettività di domani.

Una comunità intera

uci copertina

Iscriviti alla newsletter

 
 

Nuovo anno, tempo di bilanci: per un’esperienza ormai pluriennale, come il Centro Astalli Trento, significa soltanto una breve parentesi in un più ampio capitolo della propria attività. D’altronde un solo anno che cos’è? Eppure, per una persona un anno può fare la differenza, e la fa ancor di più anche grazie a realtà come questa. Un esempio di quanto appena detto è rintracciabile nel 2018 di Y.: il passaggio da una residenza di prima accoglienza ad un appartamento autonomo, l’ottenimento del permesso di soggiorno per motivi umanitari, la licenza media, la fine dell’anno di Servizio Civile, l’inizio e la prosecuzione di un nuovo lavoro, un’opportunità di alloggio in cambio di varie mansioni al servizio della comunità, l’iscrizione e la costante frequenza alla scuola professionale. Quanta luce in questa stella! A maggior ragione se si considera il buio che s’è fatto attorno, in un anno di grandi cambiamenti tanto a livello nazionale che locale. È proprio in questo buio che una stella riesce a brillare di più, ed è proprio lì che lo sforzo è ancor più necessario. Fra tutte le stelle che brillano spiccano i lottatori di speranza: coloro che si sforzano ogni giorno non solo di avere in sé speranza, ma che se ne fanno anche portatori. Una lotta, dunque, che non è tanto contro qualcosa o qualcuno, ma che è soprattutto volta ad ottenere qualcosa: una lotta non contro il buio, ma per aiutare tutte le altre stelle a brillare. Il bello di questa lotta, inoltre, è che essa trascende ogni singola e personale battaglia, per tendere ad uno sforzo collettivo e trasversale. Uno sforzo cioè che invita a non fermarsi alla rivendicazione dei propri diritti, ma ad andare oltre per dare voce ai diritti degli altri. Nel fare ciò ci si rende facilmente conto di come sia oltremodo necessario il passaggio dall’essere singole stelle alla formazione di costellazioni: il fare rete. È nel buio del 2018 che tante stelle hanno brillato, spesso insieme e con simile intensità: le iniziative estive delle magliette rosse, delle barchette in piazza e dei sit-in trentini a suon di “Io sto con i migranti” sono stati tutti segni importanti di un risveglio delle coscienze e di un dissenso espresso a bassa voce, che si sono poi manifestati in molte altre iniziative che già brillavano di luce propria, come la Settimana dell’Accoglienza e le raccolte fondi organizzate a Natale. È nel buio del 2018 che la stella di Y. ha imparato a brillare ancor di più assieme alle altre, divenendo parte di costellazioni più grandi, a costruire quei legami che riempiono di senso il termine “integrazione”, a (ri)abitare così quello spazio pubblico di cui non facciamo parte, come cittadini e individui. Per brillare in questo modo non serve molto, basta quell’atteggiamento di apertura che permette di trovare il proprio spazio nel mondo e che fa dire agli altri “sei la persona giusta per questo posto”. Un atteggiamento aperto alle novità, che riesce a rinnovare il senso comune e a rendere così possibile un circolo virtuoso utile a tutti: per Y., una casa a disposizione e la possibilità di conoscere altre persone e la storia locale, mettendosi a servizio della comunità e imparando il valore della dinamicità. È anche nel buio più totale che questa dinamicità fa brillare le lottatrici e i lottatori di speranza, all’interno di costellazioni mai compiute né chiuse.

Il "Sito" (centroastallitrento.it) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di centroastallitrento.it. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.