VOLONTARI

Cosa facciamo ?

Il volontariato è la chiave per costruire la cittadinanza del futuro perché una volontaria o un volontario possono rappresentare un ponte tra la marginalità di chi arriva e la restante società civile. In loro, più che nel migliore degli operatori, c'è il potenziale frutto dell'integrazione che rompe il muro dell'indifferenza e crea una rete valorizzando le persone accolte. In queste figure, si incarnano infatti la solidarietà e la relazione, le quali attraverso le diverse forme di volontariato si possono trasformare da concetto astratto della democrazia a visibile volto della collettività di domani.

Una comunità intera

uci copertina

Iscriviti alla newsletter

 
 

vol

UN BILANCIO PER IL 2016

Il 2016 è stato un anno di importanti cambiamenti per quanto riguarda il coinvolgimento dei volontari nelle attività associative. Sono state una settantina le persone che hanno fornito il loro prezioso supporto sia nelle attività rivolte ai richiedenti asilo e rifugiati seguiti da Centro Astalli Trento, che in quelle di sensibilizzazione e costruzione di una cittadinanza più consapevole.

Le richieste di partecipare ad attività in supporto ai richiedenti asilo sono aumentate considerevolmente nel 2016, in particolare quelle di giovani e studenti universitari, ma anche di pensionati e lavoratori. È un segnale importante, in un momento in cui populismi e disinformazione tendono a fomentare il razzismo e ad associare il terrorismo ai recenti flussi migratori.

Nel 2016, l’associazione ha investito sia nella formazione della referente volontari, attraverso un corso organizzato dal Centro di Formazione per la Solidarietà Internazionale, che in quella dei volontari stessi. Un percorso breve è stato organizzato a marzo, mentre uno più approfondito fra ottobre e novembre, entrambi tenuti da operatori dell'associazione e membri del direttivo.

Per una migliore organizzazione delle attività, l’associazione si è dotata di alcuni nuovi strumenti: una mail dedicata (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), un gruppo Whatsapp e un gruppo su Facebook (“Volontari tour, Centro Astalli Trento”) usato soprattutto per le attività “a chiamata” e per le comunicazioni che necessitano di maggiore interattività.

Le principali attività del 2016 sono state la sensibilizzazione nelle scuole con il Progetto Finestre I e II, il potenziamento dell'apprendimento della lingua italiana, l’organizzazione e partecipazione a momenti ludico-ricreativi e gli accompagnamenti ai servizi del territorio. Grazie all’interesse dei volontari, le attività si sono ulteriormente sviluppate: sono nati gruppi di aiuto nello svolgimento dei compiti e momenti di attività ricreative come passeggiate, laboratori e cene. Alcuni volontari vanno a trovare i richiedenti asilo, diventano punto di riferimento e nodo fondamentale per iniziare percorsi di integrazione con il tessuto sociale. Tale attività è importantissima, perché la relazione che si instaura dura anche dopo la conclusione del progetto di accoglienza e contribuisce al benessere della persona.

Fino a maggio 2016 sono continuate le attività del “legale on tour”, che prevedevano l’accompagnamento dell’operatore legale nelle grandi strutture di accoglienza. Da settembre si sono inoltre sperimentati due percorsi di “volontariato strutturato” con studenti di giurisprudenza. In collaborazione con l’Università di Trento è partito il progetto SUxR, Studenti Universitari per i Rifugiati, che prevede il riconoscimento di 2 crediti extracurriculari a fronte di 100 ore di volontariato all’interno di uno degli enti dell’accoglienza. Tre volontari hanno infine partecipato al progetto promosso da CiEffe e Centro Servizi Volontariato, Volontariamente Competente.

Il "Sito" (centroastallitrento.it) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di centroastallitrento.it. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.