SOLIDARIETÀ

Cosa facciamo ?

Accompagnare, servire e difendere i richiedenti e i rifugiati vuol dire trasformare il loro percorso in Italia in una opportunità per la collettività. Gli strumenti del 5xmille, il fondo di solidarietà e il fondo per l'autonomia sono una concreta risposta di sostegno che il Centro Astalli prova a dare alle persone che incontra.

Una comunità intera

uci copertina

Iscriviti alla newsletter

 
 

Il tuo 5x1000 accorcia le distanze

Quest’anno, come mai prima d’ora, ci ha mostrato quanto le persone che vivono una accanto all’altra condividano ben più di un semplice luogo. Siamo una comunità: i trentini, i migranti, le famiglie, i lavoratori, gli anziani. Per questo, in questo periodo così strano e difficile, abbiamo portato avanti il nostro compito di accompagnare, servire e difendere i rifugiati e i migranti forzati, in forme nuove.

Abbiamo voluto prenderci cura in modo particolare di coloro che non hanno nemmeno una casa in cui restare. Per questo abbiamo scelto di estendere H24 l’orario di apertura del dormitorio per persone senza fissa dimora a Casa San Francesco. Prima, gli assegnatari dei posti letto arrivavano in struttura dopo cena e dovevano uscire la mattina, e noi lavoravamo solo per il turno di notte. Abbiamo voluto triplicare gli sforzi e garantire la presenza degli operatori tutto il giorno. In questo modo, abbiamo permesso alle persone di rimanere dentro la struttura, che si è di fatto trasformata in un luogo accogliente in cui stare durante la quarantena, rispettando il distanziamento sociale e proteggendo se stessi e gli altri dal rischio del contagio.

Con gli altri rifugiati stiamo lavorando molto, anche a distanza, attraverso le videochiamate. Ci impegniamo a informare e tranquillizzare soprattutto chi non conosce bene l’italiano e ha difficoltà a capire il momento e le indicazioni che ci arrivano dalle istituzioni. Potersi vedere in video ci aiuta anche ad affrontare anche le situazioni di panico di chi qui è completamente solo e si sente perso. Spesso si tratta di persone con percorsi di autonomia ancora molto fragili e senza una rete familiare di supporto e protezione.

Adesso che la situazione sembra migliorare, ma è ancora incerta, ci rendiamo conto di quanto, purtroppo, le persone a rischio marginalità siano spesso le più colpite durante i momenti difficili come quello che stiamo attraversando. Così, nei mesi che verranno, i rifugiati avranno ancora più bisogno del nostro sostegno per raggiungere l’autonomia e integrarsi in Trentino. Per questo, invece di parlare di distanze, abbiamo deciso di concentrarci sul tentativo di trovare una giusta vicinanza. Con questa parola intendiamo un modo di camminare fianco a fianco, autonomi ma rispettosi e attenti gli uni agli altri.

Ti chiediamo quindi se vorrai stare al nostro fianco a questa giusta vicinanza, sostenendo una cultura di accoglienza. Un modo per farlo è destinarci il tuo 5x1000 in sede di dichiarazione dei redditi, inserendo il nostro codice fiscale 96072090226. Facendolo, ci sostieni in modo profondo e duraturo e ci dai un segno concreto della tua presenza negli anni a venire. Con i fondi del 5x1000, infatti, finanziamo i nostri progetti a lungo termine, quelli che affrontano questioni strutturali che, anche a emergenza passata, continueranno ad essere rilevanti per la nostra comunità.

Il "Sito" (centroastallitrento.it) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di centroastallitrento.it. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.