SERVIZIO CIVILE

Cosa facciamo ?

All'inizio, ci furono gli obiettori di coscienza e la loro lotta contro la leva militare obbligatoria; poi venne il Servizio civile volontario. Oggi il Servizio civile si tratteggia come un'opportunità: è un'esperienza educativa, ma è utile anche ad imparare un mestiere e a mettersi alla prova per diventare adulti. In questa sfida difficile prova a mettersi in gioco anche il Centro Astalli Trento!

News

sito5x100018

arianuovavoltinuovi

Il 1 dicembre 2017 hanno fatto il loro ingresso al Centro Astalli Trento cinque nuovi giovani in servizio civile.

Per la seconda edizione de "Il piacere di accogliere", Lauren e Jacopo si sono già affiancati ai loro tutor nella quotidianità dell'accoglienza in Piana Rotaliana ed in Valsugana; Ambra si aggira tra gli ospiti nel progetto Ordini Religiosi, che vede il Centro Astalli in stretta collaborazione con padri dehoniani, cappuccini e comboniani; Marco ha già rinforzato le file dell'equipe integrazione, che supporta richiedenti asilo e rifugiati nel progetto SPRAR tra curricula, tirocini ed orientamento al lavoro; infine Valeria, scegliendo il progetto SCUP "Il sale della terra non fa notizia", si è già tuffata nel mondo della comunicazione: dalla sensibilizzazione attraverso i social media agli incontri con le scuole e con gli ospiti di Casetta Bianca.

Questo primo periodo sarà un momento soprattutto formativo denso di incontri e di visite alle tante aree di servizio ed impegno del Centro Astalli Trento: si tratta di un ingresso graduale in una realtà che non smette di evolvere e di domandarsi quale sia il modo migliore di mettersi al servizio di richiedenti asilo e rifugiati. La creatività, l'entusiasmo, l'aria nuova che portano Valeria, Ambra, Lauren, Marco e Jacopo sono un valore aggiunto che il Centro Astalli non deve sprecare mettendolo fianco a fianco alla dignità, al talento e alla preziosa unicità di ogni singolo migrante forzato, dei loro vicini di casa italiani, dei volontari e di chi semplicemente si incrocia lungo la strada. Nella nostra società, ci stiamo forse dimenticando il piacere di aprire la porta di casa, di accogliere il diverso e la vera novità; accogliendo questi cinque "nuovi arrivi" il Centro Astalli Trento spera di mettersi in gioco ancora per dirsi una volta di più che le persone sono il sale della Terra.

scup201718

Dopo la splendida esperienza con Yosef, Lara e Francesco, il Centro Astalli Trento ha deciso di rilanciare la sfida cercando di coinvolgere cinque giovani per due nuovi progetti con lo SCUP: il Servizio Civile Provinciale! Quattro di loro verranno selezionati per la seconda edizione de "Il Piacere di Accogliere", una persona intraprenderà invece la nuova proposta "Il Sale della Terra Non Fa Notizia".

Come funziona? Dall'11 al 31 ottobre 2017, se avete fra i 18 e i 29 anni, potete candidarvi per accompagnare, servire e difendere i richiedenti asilo e i rifugiati insieme al Centro Astalli Trento.

Ti interessa la seconda edizione de Il piacere di Accogliere? Studiati la scheda sintesi, poi entra nei dettagli. Scopri come si sono trovati l'anno scorso Francesco, Lara e Yosef.

Sei bravo a scrivere? Ti piace disegnare? Quando eri piccola/o giocavi con la macchina fotografica di papà? Forse Il Sale della Terra Non Fa Notizia è stato scritto proprio per te! Scoprilo qui, poi studiati ogni riga del progetto.

RICORDA: prima di candidarti, devi aderire allo SCUP! Non perdere altro tempo: fallo adesso!

Ti sei convinta/o? Compila la scheda di iscrizione!

 servCiv

 

scup

 

 

Il "Sito" (centroastallitrento.it) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di centroastallitrento.it. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.