PROGETTI

Cosa facciamo?

Dall'immaginazione di operatori e volontari, associazioni partner ed istituzioni riempiamo di contenuti l'area progetti del Centro Astalli Trento per trasformare l'accoglienza da servizio ai bisogni di chi arriva ad opportunità comune per i desideri di tutti.

Officina de l'ùcia

logo sartoria CENTRO ASTALLI

 

News

sito5x100018

DSC 0203 min

Per i ragazzi che dal 6 al 12 agosto hanno partecipato al campo estivo organizzato da Centro Astalli Trento, Libera contro le Mafie e Villa Sant’Ignazio, “Lottatori di Speranza” non è stato solamente un titolo, ma un vero e proprio invito. Un invito a non rimanere fermi, a non lasciarsi sopraffare dagli eventi, a non rimanere zitti. Un invito a lasciarsi guidare dalla speranza, ad alzare la voce e “lottare”. Un invito a guardare alle persone migranti come valori e non come minaccia, come portatori di storie da ascoltare e rispettare, come cittadini di domani, sui quali è doveroso investire. Un invito a contribuire a gettare le fondamenta di una civiltà matura, aperta e capace di crescere attraverso l’incontro con l’altro.

Sono stati 15 i ragazzi provenienti da diverse zone dell’Italia che hanno deciso di intraprendere questo percorso di riflessione e confronto, percorrendo nel corso del campo il viaggio di una persona migrante e mettendo in relazione la tematica migratoria con quella della lotta alla criminalità organizzata. Si è dunque partiti analizzando i motivi per i quali una persona potrebbe vedersi costretta a lasciare il proprio Paese d’origine, per poi affrontare il tema del viaggio da intraprendere per arrivare in Europa e soffermarci sull’accoglienza in Italia. Abbiamo concluso trattando il tema del lavoro e dei possibili scenari che si pongono di fronte alle persone in uscita dal progetto di accoglienza. Da questi momenti di scambio e confronto, intervallati da diverse attività, sono nate preziose chiavi di lettura dei fenomeni analizzati, stimolando i ragazzi ad essere più consapevoli della realtà che ci circonda e interrogandoli sulle diverse possibilità di azione all’interno del contesto in cui viviamo.

Alle formazioni più teoriche si sono alternati momenti di relazione con quasi una decina di persone richiedenti asilo ospiti in alcune strutture del territorio. La conoscenza tra persone coetanee provenienti da diverse parti del mondo ha fatto sì che si instaurasse e maturasse nel corso della settimana una forte relazione tra i partecipanti al campo estivo e i richiedenti asilo; i ragazzi hanno condiviso diversi momenti, di servizio e di svago. Nel pieno spirito della proposta di E!Stati Liberi, infatti, il campo prevedeva che le mattinate fossero dedicate ad attività pratiche di servizio: i ragazzi hanno ordinato, ripulito e tinteggiato alcuni spazi vuoti di Casa San Francesco, una struttura del progetto “Ordini Religiosi” del Centro Astalli Trento nella quale giovani universitari convivono con ragazzi richiedenti asilo. Non sono mancati i momenti di svago: sono stati organizzati due pomeriggi di tornei sportivi, ai quali sono stati invitati sia i ragazzi che hanno condiviso le attività mattutine di servizio, sia gli ospiti di Villa Sant’Ignazio, con i quali i campisti hanno condiviso la casa. Ci sono stati anche un cineforum, una “serata teatrale” e delle gite serali nel centro di Trento.

È stato un viaggio che ha portato i partecipanti a riflettere, a confrontarsi e ad immaginare quale possa essere il contributo che ognuno di noi può portare per realizzare il mondo in cui speriamo. Un viaggio che ha reso tutti consapevoli dell’importanza di non smettere mai di essere dei lottatori di speranza, di contribuire a costruire un mondo diverso, una società accogliente e aperta, nella quale ognuno possa sentirsi a casa.

Grazie a tutte le persone che ci sono state!

IMG 20180809 WA0024

I prodotti dell'officina de l'ùcia

Il "Sito" (centroastallitrento.it) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di centroastallitrento.it. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.