CULTURA

Cosa facciamo?

Fare cultura e comunicazione su richiedenti asilo e rifugiati è come tentare di seminare per la società di domani. Per questo cerchiamo di condividere nelle scuole, nelle serate di sensibilizzazione e nelle pagine dei social network quello che viviamo ogni giorno con i migranti. Ma questo sforzo non basterà mai: abbiamo bisogno che tutti i cittadini si attivino per fare accoglienza e integrazione. Un primo modo è cominciare ad informarsi qui: http://centroastalli.it/category/news

La Nostra Storia

Leggi tutto...

News

sito5x100018

Una sfida di libertà

16g18FB3

Un sabato che vi ricorderete in compagnia della Società degli Alpinisti Tridentini, del Centro Astalli Trento, degli attori Marco Cortesi e di Mara Moschini, della Sezione SAT di Mori, con i gestori del Rifugio "Damiano Chiesa" e soprattutto #conirifugiati !!!!

La montagna, il luogo dove dalla Torah fino al nuovo testamento Dio si rivela e parla con l’uomo. La montagna come paradigma della vita e del mondo di oggi. Sì, perché la montagna ti impone una scelta: di fronte alle sue altezza ognuno può scegliere se rimanere a valle dove l’ombra ti ristora e il piano ti rassicura, e rende la vita più semplice e comoda, oppure se intraprendere il sentiero e salire fino lassù alla vetta dove il tuo sguardo si può perdere ad esplorare mondi e confini mai immaginati. Se decidi di fare la fatica di salire allora puoi poter godere di questo infinito, se rimani a valle di devi accontentare di sentirli narrati o illustrati su immagini e fotografie.

Ebbene la società di oggi ed il mondo oggi vive dinamiche che sono molto simili. Dietro le pareti che chiudono il nostro piccolo mondo, infatti, c’è un“umanità che non si arresta” e che si muove spinta da quel motore e quella forza che rende l’uomo più forte e più grande di ogni altra creatura: la speranza. Speranza di un mondo giusto dove poter seminare i propri sogni e coltivare il proprio futuro. Di fronte a questo mondo ci sono due scelte. La prima è rimanere chiusi dentro i confini delle proprie certezze, accontentandosi di ciò che ci viene riportato da altri: in questa scelta, le narrazioni spesso non sono mosse dal desiderio di verità, ma dall’intento di alimentare le nostre paure. E la paura è la catena che ferma la nostra voglia di libertà. Si’ salire le vette può essere rischioso- ti dicono...ma se non vai oltre e accetti la sfida..non potrai mai godere dell’infinito. Dietro le pareti non c’è solo un mondo, c’è la tua libertà e dignità. Alzare lo sguardo oltre i muri per poter vedere lontano dunque è la seconda possibile scelta: una scelta che si trasforma in una sfida che il Centro Astalli Trento e la Società Alpinisti Trentini hanno voluto lanciare a tutta la cittadinanza trentina attraverso l’evento del 16 giugno al Rifugio Damiano Chiesa sul Monte Baldo.

Un’occasione straordinaria resa possibile dalla grande disponibilità e sensibilità dei vertici della SAT che hanno voluto condividere e proporre questa sfida con chi si occupa tutti i giorni di richiedenti asilo e rifugiati. L’obiettivo è salire insieme per vedere lontano...oltre i muri...per portare le nostre menti oltre i confini. L’obiettivo è ripartire dalle nostre radici: sì perché nessuna pianta può spingere i rami nel cielo se non può contare su solide radici. Per questo, lo storico Quinto Antonelli apre l’intenso pomeriggio del 16 giugno con una conversazione dedicata alla Grande Guerra, alle migliaia di sfollati trentini che, cento anni fa, furono costretti a fuggire nei campi profughi del nord a causa della guerra: profughi...campi profughi...oggi: migranti...CARA…..Hotspot….cambiano i termini..ma le storie di sofferenza solo le medesime. L’obiettivo è ascoltare, guardare oltre, accorgersi: Mara Moschini e Marco Cortesi, grandi attori di teatro civile, raccontano storie di un muro che per decenni divise l’Europa: il muro di Berlino. E poi la chiusura con un brindisi di amicizia insieme agli amici della Sat, della sezione di Mori e a tutti i presenti: insieme… perché il segreto di una buona cordata e che tutti sappiano aspettare tutti e che si proceda insieme verso un’unica meta: un mondo più giusto.

Stefano Graiff, presidente del Centro Astalli Trento

 

16giu18c3

Progetto Finestre

A.SCUOLE min

Leggi tutto...

Vignette Astalli

Il "Sito" (centroastallitrento.it) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di centroastallitrento.it. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.