ASSISTENZA SOCIALE

Cosa facciamo?

L'area sociale intende favorire percorsi individualizzati per le persone accolte e seguite dall’Associazione. A livello professionale, gli assistenti sociali mettono “la persona” nella condizione di poter esprimere le proprie potenzialità e i propri bisogni all'interno di un progetto ideato per (ri) crearne l'autonomia e l'autodeterminazione garantendo i rapporti con i servizi del territorio.

Informati!

1504168922420.JPG papa francesco

 

Essere assistenti sociali in un contesto sociale fortemente disorientato di fronte all’Incontro con l’Altro richiede una fonte di responsabilità. La professione “è al servizio delle persone, delle famiglie, dei gruppi, delle comunità e delle diverse aggregazioni sociali per contribuire al loro sviluppo; ne valorizza l’autonomia, la soggettività, la capacità di assunzione di responsabilità; li sostiene nel processo di cambiamento”. L’art. 7 del Codice Deontologico della professione spiega come “L’assistente sociale considera e accoglie ogni persona [...] come unica e distinta da altre in analoghe situazioni e la colloca entro il suo contesto di vita, di relazione e di ambiente” Ogni incontro con l’Altro è infatti stato per gli operatori un viaggio e una costante scoperta, alla ricerca di tutto quello che la Persona “è stata è- può essere”, riconoscendola e sostenendola nella sua totalità. Un proverbio africano insegna “Un leopardo non può muoversi senza le sue macchie”. La professione dell’assistente sociale si fonda “sul valore, sulla dignità e sulla unicità di tutte le persone, sul rispetto dei loro diritti universalmente riconosciuti e delle loro qualità originarie, quali libertà, uguaglianza, socialità, solidarietà, partecipazione, nonché sulle affermazioni dei principi di giustizia ed equità sociali” (art.5 del Codice Deontologico). È stato proprio questo il “faro” nel lavoro con le persone appena giunte, dopo un lungo viaggio estenuante, ricche di aspettative e con l’incertezza del futuro. Nel lavoro quotidiano in SPRAR (Sistema per i Richiedenti Asilo e Rifugiati) è stato promosso un approccio multidisciplinare e di rete per favorire “[…] la collaborazione per obiettivi e azioni comuni che rispondano in maniera articolata e differenziata a bisogni espressi, superando la logica della risposta assistenzialistica [...]”, mirando a progetti di autonomia costruiti assieme alla persona. Ma gli assistenti sociali si sono messi in gioco anche in progetti nuovi come PRO.V.A. e Ordini religiosi, favorendo un rapporto di fiducia, all’interno di contesto comunitario, valorizzando così le risorse di ogni singola persona e delle comunità del nostro territorio. Nella relazione di aiuto l’assistente sociale ha il dovere di fornire un’ampia informazione sui loro diritti, sui vantaggi, svantaggi, impegni, risorse, programmi e strumenti dell’intervento professionale. Sulla base dei loro diritti universalmente riconosciuti sono state accolte le persone giunte tramite il canale umanitario e sono state sostenute nel loro percorso di integrazione. Essere lottatori di speranza si può! È quello che dimostrano i minori stranieri non accompagnati nei loro percorsi! Gli operatori hanno ascoltato le loro storie, accolto le loro rabbie e paure, visto e ammirato la forza di cambiamento che riescono a mettere in atto quando si sentono sostenuti e ritrovano briciole di fiducia. Nei progetti SPRAR per i MSNA si è vista la forza del cambiamento, l’importanza di dare spazi di vita sicuri e di relazioni. Nei loro occhi che tornano a brillare si può vedere il futuro della società.

Il "Sito" (centroastallitrento.it) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di centroastallitrento.it. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.