ASSISTENZA PSICOLOGICA

Cosa facciamo?

L’area di sostegno psicologico offre un servizio di supporto e accompagnamento alle persone accolte. I colloqui individuali con lo psicologo costituiscono per la persona un'opportunità per raccontarsi, per condividere la propria storia e le proprie difficoltà. Essi sono anche luogo d’incontro finalizzato, nel tempo, ad attivare risorse/potenzialità e, laddove necessario, a facilitare un collegamento con i servizi presenti sul territorio.

Progetto Connessioni

4

News

sito5x100018

15 settembre 2016 3

Da dicembre 2015 è in corso la Ricerca-Azione-Partecipata “Connessioni. Costruzione di un dispositivo multisituato di accoglienza, accompagnamento e cura rivolto ai richiedenti asilo”.

La ricerca-azione, condotta da un’equipe del Dipartimento di Scienze Umane dell’Università di Verona, vede coinvolti donne e uomini richiedenti asilo, dieci operatrici/operatori di diverse aree di intervento, il coordinatore del Centro Astalli di Trento, il supervisore degli operatori.

La ricerca-azione ha come orizzonte la creazione di un dispositivo di accompagnamento e cura multisituato fondato sulla compresenza di professionisti e ospiti, in cui i diversi approcci disciplinari (etnoclinica, pedagogia, antropologia, psicologia, mediazione culturale) e le esperienze di ogni partecipante attivano risorse singole e comunitarie, per leggere e fronteggiare difficoltà del quotidiano e momenti di crisi. La ricerca ha un carattere partecipativo e una finalità applicativa: generare trasformazioni nelle pratiche di cura, a partire dai punti di vista e dalle necessità delle persone coinvolte (ospiti, operatori, coordinatori). Il cuore pulsante di connessioni è costituito dalla capacità di ogni singolo e di ogni gruppo di mettersi in connessione con gli altri nel lavoro di cura. La cura è un atteggiamento e un’azione che impegna tutti in ogni momento della vita quotidiana, e chiede di prendere parola a partire da sé, a misurare le parole che si mettono in circolo, ad intravedere sempre una possibilità di incontro con l’altro, con l’altra. Costruisce un pensiero divergente dalle logiche eurocentriche e oppressive per procedere nelle relazioni insieme ad altre/i con passo costruttivo e creativo.

Connessioni promuove: la creazione di legami significativi, investiti di una carica affettiva, la cura del contesto di vita e di lavoro come contrasto al disagio, l’elaborazione e condivisione di riflessioni a partire dall’esperienza un modello di cura partecipato multisituato. Dal 2016 ad oggi sono state realizzate attività di formazione e ricerca a più dimensioni:

  • incontri settimanali di due gruppi di discussione, composti rispettivamente da uomini e donne richiedenti asilo, più a turno due operatori di Astalli per ciascun gruppo ricercatrici/ricercatori dell’Università di Verona e da mediatori/mediatrici linguistico-culturali;
  • incontri mensili di ricerca-formazione rivolti a dieci professionisti/e (assistenti sociali, psicologhe, operatori dell’accoglienza, operatori legali) del Centro Astalli per elaborare insieme il senso comunitario della ricerca;
  • incontri di supervisione al metodo di cura che coinvolgono specificatamente le psicologhe;
  • riunioni con il coordinatore e il supervisore degli operatori.

Da dicembre 2016, inoltre, sono stati attivati i primi incontri del dispositivo multisituato su tematiche specifiche, (per esempio come costruire un colloquio con il mediatore) o in risposta a situazioni complesse identificate sia dai/dalle professionisti/e di Astalli sia grazie alla partecipazione nei gruppi di discussione.

Ogni operatore ed ogni ospite se desidera partecipare ai gruppi e ai dispositivi può rivolgersi a:

Gruppo Donne: Francesca Rivoli, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Maria Livia Alga, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gruppo Uomini: Ingrid Powell, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Mariateresa Muraca, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Per informazioni: Sandra Brambilla, psicopedagogista e psicoterapeuta; Rosanna Cima, responsabile scientifica del progetto, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

1 4

5 2

Il "Sito" (centroastallitrento.it) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di centroastallitrento.it. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.