ASSISTENZA LEGALE

Cosa facciamo?

L'area legale fornisce un servizio di assistenza e orientamento sul diritto di asilo, la procedura per il riconoscimento della protezione internazionale, nonché i diritti e i doveri relativi allo status giuridico di richiedente protezione o titolare di protezione internazionale. Questo servizio mira a rendere il beneficiario consapevole e autonomo- rispetto alla sua situazione giuridica - non solo nello svolgere le pratiche burocratiche, ma anche nel sostenere i propri diritti.

News

sito5x100018

51479869 2581895238503600 5828980608830799872 n

Nei giorni 1-2 e 3 Febbraio 2019 si sono tenuti a Trieste gli Stati Generali dell'Antimafia Contromafiecorruzione, una serie di eventi organizzati dall’associazione “Libera contro le mafie” come focus dedicato agli attivisti dei presidi delle regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige. Tra i vari relatori di uno degli otto seminari tenutisi la mattina del 2 febbraio, è stato presente anche Noel Luli, operatore legale del Centro Astalli Trento, che è intervenuto facendo una panoramica relativa alle attuali rotte delle migrazioni irregolari.

Inevitabilmente è emersa la connessione tra l’adozione di politiche migratorie sempre più restrittive in materia di migrazioni – qual è appunto il caso europeo ed italiano – e la proliferazione di rotte sempre più difficili da percorrere, sempre più pericolose e più costose. È questo il caso della rotta balcanica che consente ai migranti di giungere in Italia attraverso il confine con la Slovenia e che, dopo la chiusura delle frontiere con la costruzione di muri e filo spinato da parte di diversi Paesi europei, oggi è divenuta molto più difficile da percorrere. In questi territori sono proliferate tutta una serie di organizzazioni criminali che si occupano di accompagnare i migranti attraverso i confini: per esempio, per percorrere 270 Km da Bijac a Trieste vengono chiesti circa 1.000 Euro.

L’area di frontiera con la Slovenia attorno a Trieste desta attenzione perché è un’area oggetto di una serie di attività illecite: tratta di persone, contrabbando e riciclaggio. Purtroppo la collaborazione giudiziaria tra le autorità di polizia non è agevole e le indagini finanziarie sono ancora piuttosto limitate. Ciò ha anche a che fare con una sottovalutazione del fenomeno della criminalità organizzata straniera, visto che vi sono poche indagini e, quelle che ci sono, vengono spesso abbandonate per la difficoltà di reperire interpreti in grado di parlare diversi idiomi e, quindi, rendere utilizzabili le intercettazioni, o di stabilire forme di cooperazione giudiziaria con altri Paesi.

Mettendo la lente di ingrandimento sul problema dello sfruttamento dei migranti in alcuni mercati; il dibattito tra i relatori della mattinata ha messo in luce che la prostituzione non risulta più essere un mercato particolarmente redittizio, dal momento che in questi ultimi anni  in Italia l’offerta di servizi sessuali a pagamento è aumentata enormemente e quindi risulta molto più proficuo lo sfruttamento dei migranti nell’accattonaggio, nella distribuzione al dettaglio di droghe o nello sfruttamento lavorativo attraverso il caporalato.

Il seminario dunque mirava a sfatare il vecchio nesso migrazione-criminalità, illustrando come i migranti siano le vere vittime di tale criminalità, che trova purtroppo ulteriori fondamenta nelle nuove politiche restrittive in materia di migrazione. Queste misure aumentano il ruolo svolto dalle mafie che offrono i servizi illeciti per giungere in un altro Paese. Inoltre, con l’adesione a un modello di accoglienza sempre più escludente, le tante persone emarginate dal sistema saranno condannate a strategie di sopravvivenza di cui le mafie sapranno avvantaggiarsi.

Associazione Ali Aperte

aliaperte logo

Il "Sito" (centroastallitrento.it) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di centroastallitrento.it. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.