ABITARE

Cosa facciamo?

L’area accoglienza offre servizi essenziali alle persone, accompagnandole e sostenendole nel periodo di accoglienza in struttura. Ci proponiamo di creare occasioni utili alla maturazione di una quanto più completa autonomia attraverso l’interazione e l’integrazione con il vicinato e la cittadinanza, agevolando inoltre la conoscenza dei servizi e delle risorse presenti, disponibili e attivabili sul territorio.

Una comunità intera

uci copertina

Progetto Ordini Religiosi

casacombpng1

Accoglienza Missionari Comboniani

casadehpng1

Accoglienza Padri Dehoniani 

casafranc

Accoglienza Padri Cappuccini

 canossiane

Accoglienza Figlie della Carità-Canossiane

Iscriviti alla newsletter

 
 

dawda

 

Durante la settimana dal 23 al 28 gennaio 2018 ho partecipato a Torino ad un corso di formazione organizzato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani attraverso il programma europeo “youth in action” erasmus +. Il tema delle giornate di lavoro era “The power of non formal education”, sviluppato attraverso lezioni frontali, tavoli di lavoro e esperienze pratiche.

Io mi chiamo Dawda, vivo a Trento, sono accolto in casa San Francesco, struttura gestita dai Frati Cappuccini e dal Centro Astalli Trento dove convivono ragazzi provenienti da paesi dell’Africa e dell’Asia impegnati in percorsi di studio e formazione.

"Dobbiamo avere una fede che guardi al cielo, ma che è radicata sulla terra..."

IMG 20180210 151220

 Sabato 10 febbraio 2018, mentre a Macerata migliaia di persone manifestavano a favore di una cultura della solidarietà e dell'incontro, il Cardinale Montenegro, arcivescovo di Agrigento e Lampedusa, era ospite del Centro Astalli all'evento "Ero forestiero e mi avete accolto", tenutosi in via dell'Ora del Garda a Spini di Gardolo. Una sessantina di ragazzi delle scuole medie provenienti dalle parrocchie della val di Non, da San Carlo a Trento e dal gruppo Agesci Trento 8 del Duomo ha dialogato con il cardinale e con Alasan Njiaye, arrivato dal Gambia nel 2015 e ora impegnato in un servizio civile alla Casa di Riposo di Levico Terme. Tutti i presenti hanno dato una testimonianza forte rendendo tangibile la speranza di cui il Centro Astalli vuole farsi promotore stando quotidianamente fianco a fianco di richiedenti asilo e rifugiati.

Poco prima, presso Villa Sacro Cuore a Villazzano, la Chiesa Trentina aveva dato un altro importante segnale sedendosi attorno ad una tavolata insieme al Vescovo di Trento Lauro Tisi e con i religiosi padri dehoniani, gesuiti, comboniani e cappuccini. Il vescovo Lauro ha dichiarato: "Il vero carisma lo sentiremo se ciascuno di noi si percepisce come un frammento che ha bisogno dell'altro per diventare qualcuno."

La strada finora percorsa con l'apertura di progetti di accoglienza in comunità presso questi ordini religiosi incoraggia soltanto a proseguire: Cristo ci aspetta per strada.

Clicca qui per ascoltare l'intervento del cardinal Montenegro davanti ai ragazzi!

cb67dcee 85de 4617 8aff 8f6f287ef387

forestiero6

Il "Sito" (centroastallitrento.it) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di centroastallitrento.it. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.