ABITARE

Cosa facciamo?

L’area accoglienza offre servizi essenziali alle persone, accompagnandole e sostenendole nel periodo di accoglienza in struttura. Ci proponiamo di creare occasioni utili alla maturazione di una quanto più completa autonomia attraverso l’interazione e l’integrazione con il vicinato e la cittadinanza, agevolando inoltre la conoscenza dei servizi e delle risorse presenti, disponibili e attivabili sul territorio.

Progetto Ordini Religiosi

casacombpng1

Accoglienza Missionari Comboniani

casadehpng1

Accoglienza Padri Dehoniani 

casafranc

Accoglienza Padri Cappuccini

News

sito5x100018

acqua per la vita

Talvolta ci chiediamo che fine facciano le persone una volta terminati i progetti d'accoglienza ministeriali. Adama vive in Trentino da 7 anni, lavora, ed è molto vicino al suo villaggio d'origine, Singùe, nel sud del Mali. Condividiamo la sua causa, riportando la sua stessa voce nel tentativo di far emergere e trasmettere i sentimenti di chi cerca un futuro migliore per la propria terra.

Ciao a tutti, mi chiamo Adama Bagayoko, lavoro e vivo a Riva del Garda da 7 anni, vengo da un villaggio del Mali che si chiama Singùe, sono andato via di casa mia d’origine, al l’età di 13 anni, e il mio ritorno dopo 20 anni, e ho trovato delle cose che non erano stati cambiati, in passato avevo costruito una pompa per l’acqua, e alcuni pozzi, per poter migliorare un po’ la situazione, e ho trovato la pompa rotta, prima della mia partenza per il mio viaggio, i miei carissimi amici italiani, hanno fatto una raconto di soldi per darmi di portarlo di aiutare il mio villaggio per la difficoltà del l’acqua, e grazie ad l’aiuto finanziario ho aggiustato la pompa che era rotta e ho comprato le porte per la scuola di mio villaggio, e stiamo raccogliendo dei fondi per "Mali: L’acqua per la vita", il mio progetto è costruire un invaso per garantire la conservazione dell'acqua piovana durante la stagione secca per gli abitanti e gli animali del mio villaggio Singùe in Mali.

Se vuoi contribuire e aiutare Adama nella sua causa, clicca qui.

fc67cb99 79f5 42f4 87b2 4032390e428e

Sono tempi di grandi scelte: cercasi studenti universitari con la voglia di mettersi in gioco in prima persona in una società che cambia e che vogliano condividere esperienze con persone diverse. Il Centro Astalli Trento vuole offrire questa opportunità, in un’esperienza di convivenza affianco ai rifugiati ed è alla ricerca di quattro-cinque studenti/studentesse universitari/e interessati a vivere presso la struttura dei Padri Comboniani in via Missioni Africane 13 Trento in prossimità con ospiti richiedenti asilo e rifugiati.

ACCOGLIENZA min

La descrizione del servizio

ABITARE

L’area accoglienza del Centro Astalli Trento ha potuto proseguire il suo cammino di crescita e di consolidamento. Gli operatori hanno periodicamente condiviso buone prassi, intuizioni, riflessioni e fatiche nel gruppo mensile allargato che chiamiamo "area unica". È stato altresì utile ed interessante prendersi il tempo di immaginare come riorganizzare/riadattare/ri-orientare questo luogo di confronto dedicando vari momenti ai vissuti degli operatori e alla lettura del loro ruolo quotidiano o di fronte a situazioni particolari riguardanti gli ospiti.

Sono proseguiti:

  • il progetto SPRAR;
  • l’accoglienza straordinaria in Alta Valsugana, a Trento e in piana Rotaliana;
  • l’accoglienza di alcuni richiedenti e titolari di protezione internazionale presso le famiglie religiose dei padri comboniani e dehoniani (all’interno dell’accoglienza straordinaria);
  • il progetto delle terze accoglienze;
  • la partecipazione al progetto di cohousing “Residenzialità Leggera”.

Sono invece stati avviati:

  • il progetto di accoglienza di 4 richiedenti/titolari di protezione internazionale con manifeste fragilità presso Villa S. Ignazio (all’interno del progetto Ordini Religiosi e in generale dell'accoglienza straordinaria);
  • il progetto di accoglienza di 8 richiedenti/titolari di protezione internazionale a Trento presso Casa San Francesco, dei padri cappuccini, insieme ad un gruppo di studenti universitari stranieri (avvio delle ospitalità nei primi mesi del 2018).

Il gruppo di operatori, durante l’anno, è stato integrato da nuove presenze che hanno portato nuove energie e condiviso nuovi punti di vista.

 

Il "Sito" (centroastallitrento.it) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di centroastallitrento.it. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.