Centro Astalli Trento - Benvenuti

Chi siamo

L’accompagnamento dei rifugiati e la condivisione delle loro esperienze è al centro di tutti i servizi del Centro Astalli Trento da quelli di prima accoglienza per chi è appena arrivato in Italia, fino alle attività di sensibilizzazione e all’impegno di advocacy, che ha l’obiettivo di modificare le politiche ingiuste a livello locale, nazionale o internazionale.

Sostienici !

x4

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su tutte le nostre attività
Please wait

News

sito5x100018

Associazione Centro Astalli Trento Onlus

Via delle Laste 22, 38121 Trento- Italia

 JRS, Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati in Italia - CF: 96072090226

19giu

Martedì 19 maggio alle 19.00 alla Bookique in via Torre d’Augusto 29, il Centro Astalli Trento, il Presidio Universitario di Libera “Celestino Fava” e UDU Trento incontrano Vincenzo Passerini, presidente del Cnca Trentino - Alto Adige, e Giorgio Romagnoni, assistente legale del Centro Astalli Trento, autori del libro: “La solitudine di Omran”.

Alla vigilia della Giornata Mondiale del Rifugiato “Oltre le Mura, Sconfina_Menti”, Vincenzo Passerini e Giorgio Romagnoni hanno scelto di usare il libro “La solitudine di Omran” come pretesto per dialogare con gli studenti del Presidio di Libera “Celestino Fava” e di Udu Trento e con chiunque vorrà sedersi per un aperitivo alla Bookique.

In un momento storico così complicato per i migranti e per coloro che desiderano accoglierli, il Centro Astalli continua a seguire con attenzione e crescente preoccupazione le vicende di chi è bloccato in Libia o in mare. Atti dimostrativi che hanno conseguenze serie sulle già precarie condizioni di donne, bambini e uomini, non risolvono nulla in assenza di politiche di lungo termine che prevedano via legali d’ingresso. Al contrario vanno ad aumentare il rischio di morte in mare di innocenti in cerca di salvezza. P. Camillo Ripamonti, presidente Centro Astalli, afferma: “Se l’Italia antepone dimostrazioni di forza e di peso politico alla vita dei migranti è chiaro che umanità e dignità delle persone divengono secondari rispetto al tutto il resto. Abbandonare innocenti in mare non può mai considerarsi una strategia politica ma rimane inequivocabilmente una grave violazione dei diritti umani di cui l’Italia sarà chiamata a rispondere.”

Nella prefazione del libro, il presidente nazionale del Cnca Armando Zappolini, rivolgendosi a chi fugge dalla fame e dalle guerre verso le nostre coste, scrive: “Stiamo tentando da anni di arginare questa deriva di barbarie che sta umiliando l’Italia, ma forse finora non abbiamo fatto abbastanza. Ci vuole di più! Ve lo promettiamo, mentre vi chiediamo scusa. Aiutateci, con il vostro coraggio, a non perdere la speranza”.

La speranza è proprio al centro del campo estivo che il Centro Astalli Trento e il Presidio di Libera hanno immaginato da lunedì 6 a domenica 12 agosto 2018 a Trento. Si parlerà di legalità, di memoria e di migrazioni forzate: il titolo del campo si ispira a quando- nel 2017, durante una visita all’hub di Bologna- papa Francesco si rivolse alle persone migranti forzate definendole “lottatori di speranza”. Il campo estivo “Lottatori di speranza” nasce proprio da qui. Avrà per protagonisti richiedenti asilo, rifugiati, ma anche i giovani partecipanti e i semplici cittadini italiani impegnati in questa azione di coscienza ed impegno quotidiani. Impegno che anche Udu Trento mette all’opera nelle sue iniziative estive. Sia queste che il libro hanno un grosso fil rouge che le accomuna: il desiderio di raccontare storie, vite ed esperienze di migranti e di cittadini con l’obiettivo di accrescere la speranza ed aumentare la consapevolezza di tutti su un tema così complicato.

Scoprite il campo estivo con Libera cliccando qui!

logo nazionale 2

 

 

Fondazione S.Ignazio

 

 

 cnca

 

 

scup

 

 

 

Il "Sito" (centroastallitrento.it) utilizza i Cookie per rendere i propri servizi semplici e efficienti per l’utenza che visiona le pagine di centroastallitrento.it. Gli utenti che visionano il Sito, vedranno inserite delle quantità minime di informazioni nei dispositivi in uso, che siano computer e periferiche mobili, in piccoli file di testo denominati “cookie” salvati nelle directory utilizzate dal browser web dell’Utente. Vi sono vari tipi di cookie, alcuni per rendere più efficace l’uso del Sito, altri per abilitare determinate funzionalità.